11 Mar 2014

Sorrentino, la grande bellezza. O bruttezza?

Toni Servillo in un'immagine emblematica di "La grande bellezza".

Toni Servillo in un’immagine emblematica di “La grande bellezza”.

C’è un paradosso legato al trionfo – meritatissimo – di La grande bellezza di Paolo Sorrentino agli Oscar. Sta in questo: che l’Italia torna a vincere l’ambita statuetta, e quindi a dare fiato all’orgoglio nazionale, al made in Italy culturale, con un film che denuncia la deriva morale in cui è precipitato il Paese. La grande bellezza mostra, scegliendo il contrasto con il sempre stupefacente scenario offerto da Roma e dalla sua bellezza, la bruttezza morale che ci attanaglia, il vuoto in cui siamo caduti.

Curioso che nessuno abbia sottolineato tale paradosso. Ho provato a discuterne in questo articolo: molti, e interessanti, i commenti dei lettori.

6 Mar 2014

Luigi Zoja, l’utopia del terzo millennio

Luigi Zoja

Luigi Zoja

Che senso ha parlare di utopie oggi? Dopo che, nel secolo scorso, ne abbiamo visto gli esiti drammatici? Dopo che sappiamo dove ci hanno condotto nazismo, comunismo, oggi possiamo dire anche il liberismo, e comunque ogni ismo?

Luigi Zoja lo fa in Utopie minimaliste (Chiarelettere), discernendo però le utopie (ideologie)-massimaliste (totalitarie) dalle utopie minimaliste. In questo link pubblico l’intervista che dà conto di una mia lunga conversazione con lo psicoanalista.

Qui aggiungo solo che ho conosciuto (intellettualmente) Zoja grazie a un testo che mi ha colpito moltissimo, La morte del prossimo (Einaudi), nel quale ha saputo identificare una tendenza a mio avviso fondamentale dei nostri tempi. Nell’articolo che scrissi, esortavo l’autore ad aggiungere all’analisi una proposta. Fu così gentile da rispondermi privatamente, dicendo, in sostanza, che tutti gli chiedono risposte, ma lui non ne ha. In realtà il nuovo libro sullo utopie minimaliste è un testo propositivo, costruttivo.

Mi piace pensare che sia la sua risposta, quella che, quando mi scrisse, forse non aveva (nemmeno lui) ancora chiara.

27 Feb 2014

Guai a una società senza pensiero

La scuola di Atene di Raffaello.

La scuola di Atene di Raffaello.

Storicamente, il potere ha sempre temuto e cercato di sopprimere la cultura, il pensiero, la capacità di ragionare ed esaminare le questioni con spirito critico e autonomo. Non si sa se per calcolo o per semplice ignoranza, esiste un progetto che mira a ridurre l’insegnamento della filosofia in alcune facoltà universitarie e nella scuola superiore.

La filosofia è l’insegnamento che per eccellenza fornisce gli strumenti per sviluppare il pensiero e così diventare cittadini adulti. Una società progredita e intelligente dovrebbe promuoverne la diffusione, anziché limitarne la presenza nei programmi didattici.

Per fortuna si è levato un movimento volto a contrastare questo grave pericolo. In questo articolo riporto l’appello che espone con lucidità gli argomenti a favore dell’essenzialità della filosofia per la ragione umana e trovate il link per sottoscriverlo. L’hanno firmato tutti i più grandi filosofi italiani, professori, gente comune, cittadini che non vogliono vivere nella società del Grande fratello.

18 Feb 2014

Moresco, la lezione d’amore dei barboni

Antonio Moresco (1947).

Antonio Moresco (1947).

Antonio Moresco è uno di quegli scrittori che ha faticato per veder riconosciuta la sua bravura. Il sistema editoriale l’ha a lungo respinto, prima che, finalmente, la sua distinta vocazione letteraria venisse “accettata”.

Ora l’autore, classe 1947, originario di Mantova, sta portando a termine l’opera della sua vita, Gli increati. Intanto, si diletta a regalare ai lettori qualche assaggio delle sue doti. Come è accaduto con la sua Fiaba d’amore (Mondadori): una favola vera e propria, che comincia con un “c’era una volta”, e che ha per protagonista un barbone, di cui, contro ogni previsione, e come accade solo nelle favole, appunto, si innamorerà una ragazza molto avvenente.

Dall’incontro fra i due, scaturirà una bella lezione d’amore per tutti…

 

6 Feb 2014

Eugenio Corti, il cavaliere rosso della letteratura

Eugenio Corti (1921-2014)

Eugenio Corti (1921-2014)

Anche Eugenio Corti se n’è andato… Grande autore, integerrimo sia per la tenuta morale sia per il modo di interpretare la sua vocazione letteraria.  Fanno sorridere le affermazioni di alcuni leghisti della Regione Lombardia che vorrebbero appropriarsene e farne il cantore dell’identità padana, o meglio brianzola…

L’autore del Cavaliere rosso fu molto di più, per sua e nostra fortuna, e l’eredità che ci lascia è preziosa: lo racconto qui.

22 Gen 2014

Greg la schiappa e i suoi fratelli

Il fumentto e il film "Diario di una schiappa".

Il fumetto e il film “Diario di una schiappa”.

Bello il Diario di una schiappa di Jeff Kinney (il Castoro): due milioni di copie vendute grazie alla simpatia, alle difficoltà di crescere, agli errori, all’irriverenza, all’essere imbranato di Greg…

Avete mai pensato che Greg è fratello di altri personaggi? Ad esempio Mafalda, Gian Burrasca, Petit Nicolas, Pippi Calzelunghe…

Su Greg e i suoi fratelli d’elezione leggete questo articolo.

21 Gen 2014

Claudio Abbado, il silenzio della Resurrezione

Un giovane Abbado mentre dirige.

Un giovane Abbado mentre dirige.

Per fortuna Claudio Abbado ci ha lasciato molte incisioni, grazie alle quali possiamo godere della sua competenza e passione. Nella mia discoteca trovano posto diversi Cd e alcuni Dvd. Fra tutti, il preferito è quello che sto riascoltando in questo momento: la registrazione della Seconda di Mahler con la Lucerne Festival Orchestra nell’estate del 2003.

Una sinfonia stupenda, un’interpretazione superba con uno dei più grandi direttori del mondo alla guida di una superorchestra. A questo memorabile concerto, così significativo da assurgere a momento simbolico, oggi che Abbado è scomparso, ho dedicato un articolo intitolato Quell’infinito silenzio in ascolto della Resurrezione.

15 Gen 2014

Etty Hillesum, la donna che perdonò Dio

Un'immagine di Etty Hillesum.

Un’immagine di Etty Hillesum.

Oggi Etty Hillesum avrebbe compiuto 100 anni. Una bella occasione per ricordare questa donna straordinaria, che avrebbe voluto fare la scrittrice e invece fu costretta dalla storia a dare consolazione agli ebrei destinati ad Auschwitz, fino a condividerne la sorte.

Per chi non la conoscesse, Adelphi ha appena pubblicato l’edizione integrale del Diario e delle Lettere.

A questa “donna che perdonò Dio” ho dedicato questo articolo.

Di lei ho parlato in questo blog in due occasioni: Scandalosa Etty e Trovare il bene nel male.

12 Gen 2014

Non basta una gelata per tranquillizzarci

Mappa dell'inquinamenento negli Stati Uniti.

Mappa dell’inquinamenento negli Stati Uniti.

E’ bastata una gelata negli Stati Uniti per scatenare una nuova offensiva contro una politica e una cultura più attenti all0’ambiente, al surriscaldamento del pianeta, all’inquinamento. Insomma, a un mondo più sostenibile.

Il loro è un ragionamento rozzo e mistificatore: vedete come fa freddo? altro che surriscaldamento del pianeta, altro che effetto serra… sono tutte frottole.

Costoro mentono sapendo di mentire. Conducono in cattiva fede una battaglia volta a proteggere i loro sporchi interessi, perché vogliono continuare a comportarsi come se nulla fosse.

Peccato che tutti i più autorevoli organismi mondiali abbiano dimostrato che il surriscaldamento del pianeta, dovuto all’immissione di anidride carbonica riconducibile in larga parte all’attività umana, con tutti gli effetti nefasti che implica, è un’evidenza scientifica incontrovertibile. Decenni di rilevazioni di temperature medie, aumenti delle temperature e della percentuale di anidride carbonica nell’atmosfera vengono deliberatamente e irresponsabilmente ignorati…

A ragionare così grossolanamente affermando pericolose idiozie scientifiche è quella stessa lobby che per lunghi anni finanziò Bush e la sua politica, sono i petrolieri e gli industriali che mirano al profitto e non accettano di ripensare il modo di produrre. Quegli stessi che, come è stato dimostrato, pagarono alcuni scienziati per affermare il falso e tranquillizzarci tutti.

Ma noi non vogliamo essere rassicurati, vogliamo conoscere la verità e assumere nuovi stili di vita, che ci permettano di respirare aria sana e di consegnare ai nostri figli un mondo abitale e vivibile. Ora più che mai, è necessaria una filosofia del clima.

11 Gen 2014

Mario Vargas Llosa eroe della letteratura

Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

E’ in grande forma Mario Vargas Llosa. Il premio Nobel torna ai suoi migliori livelli con l’ultimo romanzo, Un eroe discreto (Einaudi). Età, Nobel, appagamento sembrano non intaccare la sua ispirazione. Anzi…

Di che cosa parli questo appassionante e bellissimo romanzo e perché sia da annoverare fra le sue prove migliori lo spiego in questo articolo.

Pagine:«1...567891011...21»

Chi sono

Sono nato a Vicenza nel 1968. Mi sono laureato in Filosofia a Padova con una tesi su Martin Heidegger, poi ho frequentato il Biennio di giornalismo dell’Ifg di Milano. Sono caporedattore e responsabile del settore Cultura e spettacoli di Famiglia Cristiana. Mi sto occupando di Filosofia per bambini e per comunità (P4C). [leggi tutto…]

Preghiere selvatiche

There's a blaze of light In every word It doesn't matter which you heard The holy or the broken Hallelujah
Leonard Cohen

Questo blog usa i cookie. Cliccando su "Accetto" o continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Se vuoi puoi cambiare le  impostazioni dei cookie.