15 Dic 2012

Due o tre libri che regalerei

E’ consuetudine che un amico, a Natale, mi chieda i titoli di alcuni romanzi da regalare alla moglie. Anche quest’anno ho preparato un foglietto con i miei suggerimenti. Nella foto che vedete qui sopra, ecco gli autori e i titoli segnati nella parte alta del foglietto.

Si tratta di libri di diverso valore e natura, ma tutti meritevoli di una lettura.

6 Comments

  • Ciao Paolo,
    bella lista.

    Unica scelta che non condivido è Paolo Giordano, del quale non ho amato nemmeno “La solitudine dei numeri primi”.
    Inoltre, a questa lista aggiungerei anche “Il senso ultimo delle cose” di Marco Verzé (Cairo Editore): credo sia una perla della nuova narrativa italiana.

    D.

    • Caro Daniele, questa lista è un piccolo gioco, non la considero equivalente ai migliori libri dell’anno, anche se qualche risulterebbe probabilmente qualche coincidenza.
      Quanto a Giordano, sono invece convinto che si tratti di un ottimo romanzo, superiore a La solitudine dei numeri primi.
      Quanto a Verzè, mi incuriosisce molto. Aspetto di leggere la recensione dal collaboratore di Famiglia Cristiana a cui l’ho affidato.

  • Lo so che arrivo tardi… ma solo ieri ho letto “Il senso ultimo delle cose” di Marco Verzé. Che dire? Semplicemente meraviglioso. Non so nel frattempo se l’avevi messo nella lista, ma sarebbe da consigliare per il prossimo Natale. Anch’io scrivo e penso che l’unico motivo per chi decide di farlo è quello di dare emozioni… Verzè ha raggiunto l’obiettivo più che bene!

    • Non è mai troppo tardi per un buon libro. Sono d’accordo con te: se non dà emozioni, se non ci mette in contatto con la parte più intima di noi stessi, a che serve un libro? Del romanzo di Marco Verzè ci siamo occupati su Famiglia Cristiana, il giornale dove lavoro. Lo abbiamo recensito positivamente.

  • Concordo pienamente sul romanzo di Verze’ che ho iniziato e terminato oggi . Emozionante e meraviglioso! Posso suggerirvene un altro che ha mi ha dato bellissime emozioni? “dimmi che cosa ti aspetti da me” di Lorenzo Licalzi. Come quelle di Verze’ sono pagine piene di emozioni e di bellezza…..

  • ..sono capitato per caso su questa pagina e, che dire? sono commosso e onorato dei vostri commenti, grazie di cuore e buona vita ragazzi. Marco

Leave a comment

Chi sono

Sono nato a Vicenza nel 1968. Mi sono laureato in Filosofia a Padova con una tesi su Martin Heidegger, poi ho frequentato il Biennio di giornalismo dell’Ifg di Milano. Sono il responsabile del settore Cultura e spettacoli di Famiglia Cristiana. Mi sto occupando di Filosofia per bambini e per comunità (P4C). [leggi tutto...]

Preghiere selvatiche

There's a blaze of light In every word It doesn't matter which you heard The holy or the broken Hallelujah
Leonard Cohen

Questo blog usa i cookie. Cliccando su "Accetto" o continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Se vuoi puoi cambiare le  impostazioni dei cookie.