20 Mag 2016

Paolo Di Paolo, quel quasi che fa la differenza

Paolo Di Paolo

Paolo Di Paolo

Fra i giovani autori, Paolo Di Paolo è uno di quelli che vanno seguiti con più attenzione. Ha già pubblicato libri interessanti e notevoli, che denotano tra l’altro un certo spessore culturale e anche un’attenzione a tematiche di natura spirituale, pur se da un approccio “laico”, che a mio avviso rendono l’autore ancora più intrigante. Un’attenzione, la sua, piuttosto rara fra le giovani generazioni di autori (si veda ad esempio Perché non sono ancora. La resurrezione, Effatà).

Il suo ultimo libro, Una storia quasi solo d’amore, edito da Feltrinelli, torna su un tema caro all’autore, presente in diversi suoi lavori: l’amore. Non soltanto come racconto della passione che può unire due creature, come ho spiegato nella recensione che potete recuperare, ma come metafora delle grandi dinamiche esistenziali e spirituali.

In questo libro, l’amore, il teatro, la letteratura, e anche la fede sono interpretati come luoghi del mistero, come un perdersi nell’altro necessario per trovare se stessi.

Leave a comment

Chi sono

Sono nato a Vicenza nel 1968. Mi sono laureato in Filosofia a Padova con una tesi su Martin Heidegger, poi ho frequentato il Biennio di giornalismo dell’Ifg di Milano. Sono caporedattore e responsabile del settore Cultura e spettacoli di Famiglia Cristiana. Mi sto occupando di Filosofia per bambini e per comunità (P4C). [leggi tutto…]

Preghiere selvatiche

There's a blaze of light In every word It doesn't matter which you heard The holy or the broken Hallelujah
Leonard Cohen

Questo blog usa i cookie. Cliccando su "Accetto" o continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Se vuoi puoi cambiare le  impostazioni dei cookie.