13 Lug 2016

Andrej Longo e la madre che rinuncia alla vendetta

Andrej Longo

Andrej Longo

Da quando ha pubblicato Dieci, ho sempre seguito con attenzione Andrej Longo, lo scrittore che di professione faceva  – non so se lo faccia ancora – il pizzaiolo. Sicuramente lo scrittore ha ormai pubblicato una serie di libri di grande interesse.

Non fa eccezione l’ultimo romanzo, L’altra madre, pubblicato come sempre da Adelphi. La prima parte del romanzo mi ha affascinato meno: non che non sia scritta bene, non che i personaggi non vengano messi a fuoco, non che il contesto sociale e morale – cioè Napoli – non emerga. Soltanto, la storia non è suonata originale, inedita alle mie orecchie.

La seconda, invece, mi ha convinto di più, perché mi ha sorpreso. Ecco, la prima parte non era stata in grado di sorprendermi. 

L’elemento chiave è il comportamento della madre protagonista. Una donna-poliziotto che ha perso l’unica figlia durante una banale scippo. Non si è data pace e cerca di farsi giustizia da sé. 

Se volete leggere il romanzo e non volete rovinarvi la sorpresa, fermatevi qui e tornate a leggere a lettura ultimata per verificare le vostre impressioni con le mie.

A chi vuole proseguire, dico invece che Andrej Longo descrive con efficacia e intensità drammatica una specie di “conversione” nella donna: che cattura il ragazzino responsabile dello scippo tramutatosi in omicidio, lo rinchiude in casa sua e lo sottopone a una serie di “torture”… Fino a che in lei scatta qualcosa, che la porta a rinunciare al proposito di vendetta. Se volete un’analisi approfondita del libro, la trovare cliccando qui. 

Aggiungo soltanto che in questo mutamento d’intenti della donna non vi è alcuna serenità, tanto meno alcuna gioia. Solo rassegnazione…

Leave a comment

Chi sono

Sono nato a Vicenza nel 1968. Mi sono laureato in Filosofia a Padova con una tesi su Martin Heidegger, poi ho frequentato il Biennio di giornalismo dell’Ifg di Milano. Sono il responsabile del settore Cultura e spettacoli di Famiglia Cristiana. Mi sto occupando di Filosofia per bambini e per comunità (P4C). [leggi tutto...]

Preghiere selvatiche

There's a blaze of light In every word It doesn't matter which you heard The holy or the broken Hallelujah
Leonard Cohen

Questo blog usa i cookie. Cliccando su "Accetto" o continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Se vuoi puoi cambiare le  impostazioni dei cookie.