9 Set 2013

Mostre d’arte, una stagione capolavoro

"Ritratto d'uomo" di Antonello da Messina (1475 circa).

“Ritratto d’uomo” di Antonello da Messina (1475 circa).

Le mostre del periodo primavera-estate ci avevano lasciato un po’ insoddisfatti. In parte perché decurtate e depotenziate dalla sequela di tagli all’investimento culturale (gli enti locali, fra i maggiori organizzatori, sono in ginocchio), in parte per la cattiva abitudine di allestire eventi centrati su alcune opere-esca, ma poi vuote di contenuti o di una ricerca approfondita.

A una prima occhiata, a musei ancora chiusi, la nuova stagione si annuncia assai più promettente. Resta da verificarlo sul campo, ma le premesse sono ottime: Munch, Cezanne, Renoir, Monet, Antonello da Messina, Rodin, il Rinascimento, Donatello, Lippi… In questo articolo su Famigliacristiana.it è possibile vedere una presentazione generale del prossimo ciclo di mostre.

Qui aggiungo una considerazione: sarebbe bello che la ripresa di grandi allestimenti fosse il segno che la crisi ci ha insegnato che dobbiamo puntare sulla cultura; che dobbiamo dare sostanza al nostro tempo libero, nutrire l’anima; che per attarrre turisti occorrono proposte forti…

Sarebbe bello. Intanto godiamoci questa epifania d’arte: sperando che non sia stata un’illusione.

Leave a comment

Chi sono

Sono nato a Vicenza nel 1968. Mi sono laureato in Filosofia a Padova con una tesi su Martin Heidegger, poi ho frequentato il Biennio di giornalismo dell’Ifg di Milano. Sono caporedattore e responsabile del settore Cultura e spettacoli di Famiglia Cristiana. Mi sto occupando di Filosofia per bambini e per comunità (P4C). [leggi tutto…]

Preghiere selvatiche

There's a blaze of light In every word It doesn't matter which you heard The holy or the broken Hallelujah
Leonard Cohen

Questo blog usa i cookie. Cliccando su "Accetto" o continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Se vuoi puoi cambiare le  impostazioni dei cookie.